ecotopia il romanzo del futuro novel of our future copertina-min

Ecotopia: il romanzo del nostro futuro.

10 concerti in Rassegna, 7 appuntamenti fuori programma per un cartellone con i più grandi protagonisti della scena jazzistica nazionale ed internazionale. Inaugurazione martedì 19 settembre con Paolo Fresu e Uri Caine.

L’Associazione musicale “Nel Gioco del Jazz” comunica il nuovo cartellone 2017/2018 intitolato “Ecotopia”. Sotto la direzione artistica del M° Roberto Ottaviano e il coordinamento del M° Pietro Laera la IX Rassegna si presenta varia, con i più grandi protagonisti della scena jazzistica nazionale ed internazionale e con nuove formule di abbonamento studiate per agevolare il pubblico.

Dispensa dei Tipici è felice di poter rinnovare la collaborazione con Nel Gioco del Jazz anche per questa stagione musicale, e sarà presente in occasione dei vari appuntamenti per presentare una selezione di vini, oli extra vergine e di prodotti tipici di Puglia e di Basilicata.

Tutti gli eventi della rassegna saranno pubblicati su dispensadeitipici.it/magazine/eventi con sconti e promozioni riservate ai lettori ed agli utenti di Dispensa dei Tipici.

“Ecotopia: Il romanzo del nostro futuro” è un romanzo utopico scritto da Ernest Callenbach, pubblicato nel 1975. La società descritta nel libro è una delle prime utopistiche nonché ecologiche, ed ebbe influenza sulla controcultura e sul movimento ambientalista nel corso degli anni ’70. Da questa lettura prende spunto il titolo e la realizzazione del programma di questa edizione. L’idea di cultura che sostiene l’Associazione è quella di una ricchezza ineguagliabile e non barattabile per uno sviluppo forte delle idee, dei sentimenti che debbono guidare ogni azione di “buon governo” e che non si lasci fuorviare da canoni il cui peso, è sotto gli occhi di tutti, sta raggiungendo il punto critico di non ritorno. Una idea di Cultura, attraverso lo strumento della Musica, che rende possibile una utopia insieme al suo impatto ecosostenibile.

Ed ecco che in una parola ritorna il senso di tutto questo: ECOTOPIA.

Come sempre l’associaizone Culturale Nel Gioco del Jazz, che sta per toccare il traguardo della sua decima programmazione, mantiene fede agli assunti iniziali consolidandoli e potenziando, attraverso un maggiore e più efficace impiego di mezzi, il rapporto con un tessuto sociale che è cresciuto ed ha riconosciuto alla stessa Associazione un ruolo ormai trainante nelle attività territoriali. Con i suoi eventi in cartellone, oltre agli appuntamenti fuori programma, le letture editoriali, gli incontri con autori e protagonisti della vita musicale, il coinvolgimento delle scuole, l’Associazione Nel Gioco del Jazz creerà una rete di interessi ed un dibattito vivo che tiene acceso l’interesse sulla creazione di Cultura, ben oltre il momento della messa in scena e del suo circoscritto periodo.

Lo specificio artistico si articolerà in modo da rendere evidenti tanto la conoscenza del repertorio di genere quanto l’evoluzione propostiva coinvolgendo diversi linguaggi musicali che troveranno proprio nella loro intima fusione una occasione di stimolo e confronto.

Per questa ragione l’Associazione si spinge oltre l’ambito ristretto delle tradizioni, ed in particolar modo quella del Jazz, per incontrare le radici culturali europee colte, il fermento delle musiche di confine come il rock, l’hip hop e la nuova elettronica, così come il treno mai sufficientemente esplorato delle musiche etniche e delle avanguardie.

La nuova stagione musicale prevede ben 10 concerti in Rassegna, 7 appuntamenti fuori programma, letture editoriali, incontri con autori e protagonisti della scena musicale.

Si comincia martedì 19 settembre con Paolo Fresu e Uri Caine al Multisala Showille di Bari.

Si prosegue sabato 23 settembre con Fabrizio Bosso Quartet e giovedì 28 settembre, con un concerto fuori programma, con il trombettista Flavio Boltro.

Giovedì 5 ottobre sarà la volta di Enrico Rava e Makiko Hirabayashi, venerdì 27 ottobre di Jakob Bro Trio e lunedì 30 ottobre del trio BassDrumBone.

Nell’ambito dei concerti fuori rassegna, si rinnova la collaborazione con “Bari Hi End”. Al The Nicolaus Hotel di Bari, sabato 4 novembre salirà sul palcoscenico il Pinturas Quintet e domenica 5 novembre il Jacqui Naylor Quartet.

E ancora domenica 26 novembre Daniel Melingo, ambasciatore di un tango popolare e colto, venerdì 1 dicembre Cammille Bertault Trio, martedì 12 dicembre e domenica 17 dicembre ancora due concerti fuori rassegna, rispettivamente Seven for a Friend, e Ian Shaw Quartet.

Venerdì 19 Gennaio The Chunga’s Revenge, domenica 11 febbraio Kneebody Quintet.

Ancora un concerto fuori rassegna venerdì 25 febbraio con Novafonic Quartet dal repertorio di ispirazione jazzistica legata al tango nuevo.

Venerdì 23 marzo va in scena un originale progetto tra musica e danza intitolato Pandaric Flight in collaborazione con la Compagnia di danza “Equilibrio Dinamico”.

La Rassegna “Ecotopia” si chiuderà giovedì 27 aprile 2018 con un altro concerto fuori rassegna: Area Open Project, con l’omonimo gruppo musicale italiano attivo dal 1972, che ha creato un originale fusione di differenti generi musicali dal rock progressivo al freejazz alla musica elettronica.

I concerti, a parte quello di apertura e i due appuntamenti di ‘Bari Hi End’ si terranno a Bari al Teatro Forma.

Costo Abbonamenti “Ecotopia” 10 concerti:
settore “A” € 240,00, settore “B” € 180,00, settore “C” € 120,00

Abbonamento 5 concerti Fuori rassegna 75 euro
Abbonamento 2 concerti Bari Hi End 20 euro

Per aggiornarsi su tutti gli eventi dell’associazione è possibile scaricare l’APP dal sito ufficiale, www.nelgiocodeljazz.it, Google Store, Facebook e da tutti i dispositivi tablet, smartphone e iphone.

Biglietti e abbonamenti in vendita presso CENTRO MUSICA – C.so Vitt. Emanuele 165 – Bari – tel. 0805211777, oppure chiamando l’Associazione Nel Gioco del Jazz al 3389031130, o inviando una mail a info@nelgiocodeljazz.it – Fb pagina “Nel gioco del Jazz”

ecotopia il romanzo del futuro novel of our future copertina-min

Brochure Nel Gioco del Jazz 2017-2018: Ecotopia